Cosa Vedere a Siviglia in 3 Giorni: Itinerario Perfetto 2022

Cerchi un itinerario dettagliato per vedere Siviglia in 3 giorni?

Dopo aver vissuto nel capoluogo dell’Andalusia per diversi mesi, ed essere tornato più volte in questi anni, ho deciso di condividere un itinerario dettagliato in cui scoprirai:

  • Quando andare a Siviglia (se non hai ancora prenotato)
  • Come muoversi a Siviglia, e risparmiare.
  • Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni (le attrazioni imperdibili!)

Oltre a questo condivido con te tanti consigli, segreti e curiosità sui vari luoghi che visiterai.

Buona lettura!

Link utili per il tuo viaggio a Siviglia

Biglietti per le attrazioni principali:

Migliori visite guidate a Siviglia

Migliori cose da fare a Siviglia

Guida di viaggio e consigli per Siviglia

Quando andare a Siviglia

Meteo e quando andare a Siviglia per 3 giorni

Bene, iniziamo la nostra guida e itinerario per Siviglia di 3 giorni, con una decisione importante.

Quando vedere Siviglia.

Fondamentalmente la nostra decisione si deve basare su due fattori.

  • Il meteo di Siviglia, in base al periodo dell’anno.
  • I prezzi che puoi trovare in base al mese/ stagione.

Partiamo dal primo punto. Il meteo e le temperature a Siviglia.

Il periodo migliore per andare a Siviglia è la primavera e l’autunno. Quindi da marzo a giugno e da fine settembre a novembre. I mesi migliori in assoluto sono aprile, maggio e giugno. Anche se ad aprile la città viene letteralmente presa d’assalto dai turisti, a causa delle Feria de Abril e della Semana Santa.

Il periodo peggiore per andare a Siviglia è rappresentato dai mesi di luglio, agosto e la prima metà di settembre. In questo periodo le temperature raggiungono picchi da record superiori ai 40 gradi.

A livello di costi e prezzi?

Il periodo più caro in assoluto è rappresentato dal mese di aprile. Come ti ho già spiegato, in questo periodo si svolgono le due feste più importanti dell’anno, la Feria e la Semana Santa.

Trovare alloggio è molto difficile, e i prezzi sono un buon 50% più alti. Oltre a questo, per accedere alle attrazioni principali dovrai affrontare lunghe code.

Il periodo più economico in cui andare a Siviglia è per ovvi motivi l’estate e in particolare luglio e agosto. Con hotel che costano un buon 40-50% in meno.

I mesi con il miglior compromesso tra meteo e prezzi sono giugno e novembre. I mesi più cari oltre ad aprile sono settembre, ottobre e maggio.

Ecco come raggiungere il centro di Siviglia dall’aeroporto

Il modo economico per raggiungere il centro di Siviglia dall’aeroporto è di prendere il bus linea EA (Especial Aeropuerto) per un costo di 4€. Il bus effettua molteplici fermate nel centro storico. 

Un modo più comodo per raggiungere il tuo hotel, è quello di affidarti a un servizio di transfer privato. Troverai un autotista ad attenderti nella hall dell’aeroporto e non dovrai preoccuparti di nulla.

Personalmente utilizzo questo servizio organizzato da Civitatis.

Come muoversi a Siviglia e risparmiare

Come muoversi a Siviglia in 3 giorni

Siviglia ha una rete di trasporto pubblico abbastanza efficiente con qualche piccola lacuna nel centro storico.

In questa sezione ti spiegherò come muoverti nelle diverse zone della città e poi ti darò alcuni consigli su come risparmiare. Iniziamo!

  • Centro storico: Puoi muoverti in quasi tutto il centro storico a piedi, a meno che il meteo non sia avverso (caldo, o troppa pioggia).
  • Triana: Per raggiungere il quartiere di Triana ti basta prendere il tram T1 della Tussam. Il mezzo effettua diverse fermate nel centro storico. Le principali sono la fermata Archivio de Indias oppure la fermata Puerta Jerez. A Triana devi scendere alla fermata Plaza de Cuba, che si trova a pochi passi dalla famosa Calle Betis.
  • Parco Maria Luisa: Il parco famoso per la sua maestosa Piazza di Spagna è raggiungibile dal centro storico grazie al tram T1, la metro L1. Volendo, se ti trovi nei pressi dell’Alcazar puoi raggiungere il parco a piedi (sono circa 10-12 minuti).
  • La Cartuja: Puoi arrivare al quartiere grazie ai bus C1, 5 oppure in taxi (ti costerà circa 8€ dal centro).

Quelle sono le zone principali di Siviglia. Vuoi sapere come risparmiare con i mezzi? Se non hai tanta voglia di camminare, il mio consiglio è quello di acquistare un pass turistico.

L’abbonamento costa 5€ per 1 giorno, oppure 10€ per 3 giorni.

Puoi acquistare questa card turistica negli info point di Prado San Sebastián, Plaza Ponce de León e Avenida de Andalucía, 11.

Vuoi approfondire l'argomento? Leggi il mio articolo: Guida completa ai mezzi di trasporto di Siviglia

Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni: Giorno 1 tra Barrio Santa Cruz e Alameda

Siamo pronti ad iniziare il nostro primo di questi 3 giorni a Siviglia. L’itinerario odierno si concentrerà sul centro storico di Siviglia. E in particolare sul quartiere ebraico e sull’Alameda. 

Ecco cosa vedrai di preciso: 

  • Il Real Alcazar
  • La Cattedrale e la Torre Giralda
  • Casa de Pilatos
  • Setas de Sevilla
  • Museo de Bellas Artes
  • Alameda de Hercules

Sei pronta/o? Iniziamo!

Alcazar di Siviglia

Real Alcazar di Siviglia

Nel cuore del Barrio Santa Cruz di Siviglia, sorge uno dei palazzi reali più suggestivi al mondo. Stiamo parlando del Real Alcazar de Sevilla.

L’Alcazar è formato da complesso di edifici e giardini tutt’oggi utilizzati dalla famiglia reale spagnola, come residenza durante le visite in città.

Il Real Alcazar deve le sue origini agli arabi, che dominarono la penisola iberica per diversi secoli. Non a caso, il nome deriva dal termine arabo “Al-Qasr” che vuol dire “palazzo”.

Il complesso di edifici risalente l’8 secolo, ha subito diverse modifiche nel corso della sua storia, oggi i due stili predominanti sono il mudejar e il rinascimentale.

Cosa vedere nell’Alcazar di Siviglia?

Le cose da vedere sono davvero tante, e la visita ti porterà via come minimo due ore. Ecco le aree principali: 

  • Il Palacio de Rey Dom Pedro, costruito per volere di Pietro I di Castiglia, conosciuto anche come “Il Crudele”.
  • I giardini di Dona Maria de Padilla.
  • I diversi giardini esotici all’interno.
  • Il palazzo gotico.

L’Alcazar è uno dei 3 siti UNESCO presenti a Siviglia.

  • Biglietti: Il biglietto salta la coda per l’Alcazar di Siviglia costa 18,50€ ed è acquistabile direttamente online. Per evitare inutili code all’ingresso. Qui trovi il biglietto online.
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:30 alle 19:00.
  • Come arrivare: Si trova nel cuore del quartiere ebraico di Siviglia. Posizione su Maps.

Cattedrale di Siviglia e Torre Giralda

Cattedrale di Siviglia

Il secondo sito UNESCO di Siviglia è rappresentato dalla monumentale Catedral de Sevilla. Un’opera a di poco maestosa. 

Infatti si tratta della cattedrale gotica più grande al mondo.

La sua costruzione risale al 1401, anche se la celebre torre conosciuta come Giralda, era parte di una moschea del 1184 che fu poi distrutta durante la reconquista.

Cosa vedere nella Cattedrale di Siviglia?

Il Patio de los Naranjos, le preziose opere artistiche tra cui dipinti e affreschi, e la celebre Torre Giralda, vero e proprio simbolo della città. 

Come ho già accennato, la Giralda faceva parte di una moschea e svolgeva il ruolo di minareto. Solo dopo la “reconquista” da parte dei cristiani, divenne una torre campanaria. 

La Giralda è particolarmente famosa per la sua altezza che supera i 100 metri. E per diversi secoli fu l’edificio più alto al mondo. Dalla sua cima potrai avere una vista da togliere il fiato su tutto il centro storico. 

  • Prezzo e biglietti: L’accesso a tutte le aree della cattedrale e alla Giralda costa circa 16€. Qui trovi i biglietti salta la fila.
  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 10:45 alle 19:30. La domenica dalle 14:30 alle 19:30. L’ultimo accesso alle cattedrale è alle 18:30, un’ora prima della chiusura.
  • Dove si trova: La cattedrale è situato nel cuore del Barrio de Santa Cruz. Posizione su Maps.

Pranzo nei tapas bar di Barrio Santa Cruz

Mangiare tapas a Siviglia

A questo punto dovrebbe essere ora di pranzo, se vuoi mangiare qualcosa di veramente tipico, ti consiglio di restare nel quartiere Santo Cruz, e mangiare in uno dei tanti tapas bar della zona.

Ecco quelli che ti consiglio:

  • Bodega Santa Cruz: Grazioso bar de tapas, particolarmente popolare tra i sivigliani e localizzato in pieno centro, nel quartiere Santa Cruz. Prova l’ottimo formaggio di capra abbinato al miele. – Posizione su Maps
  • La Bartola: Bar de tapas con piatti più ricercati e con un’ottima presentazione. Offre piatti tipici della cucina andalusa rivisti in chiave moderna. – Posizione su Maps

Vedere Siviglia: La Casa de Pilatos

Casa de Pilatos a Siviglia in 3 giorni

Vuoi scoprire come vivevano i nobili andalusi nei secoli scorsi?

Visita la Casa de Pilatos. Uno degli esempi più emblematici di palazzo nobiliare presenti a Siviglia.

Casa de Pilatos risale al 15esimo secolo, e fu costruita per volere di Pedro Enriques e di Catalina de Rivera, anche se l’edificio fu completato dal figlio Fadrique Enriquez de Ribera, primo marchese di Tarifa.

Il palazzo è un mix di diversi stili architettonici, in cui i predominanti sono il mudejar e il rinascimentale italiano.

È composto da un enorme portone di marmo pregiato, realizzato dal genovese Antonio Maria Aprile, due sfarzosi cortili decorati con molteplici statue e fontane e splendide pareti rifinite in stile mudejar.

Anche le stanze interne non sono da meno, ricchissime di decorazioni, affreschi e azulejos.

Curiosità: Casa de Pilatos, come tanti altri luoghi storici di Siviglia è stato protagonista di molteplici film. Giusto per citarne alcuni, Lawrence d’Arabia e le Crociate.

  • Biglietti: il biglietto è acquistabile all’ingresso e costa 12€ per visitare tutte le aree oppure 10€ per visitare le aree principali. I bambini fino a 11 anni entrano gratis.
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00
  • Come arrivare: Plaza de Pilatos, 1. Posizione su Maps.

Vedere Siviglia in 3 giorni: Las Setas de Sevilla (o Metropol Parasol)

Metropol Parasol di Siviglia

A questo punto lasceremo il quartiere Santa Cruz per dirigersi a nord verso Plaza de la Encarnación. Qui troverai un enorme costruzione il legno che prende il nome di Metropol Parasol o Setas de Sevilla.

La costruzione, terminata nel 2011 è famosa per la sua singolare forma, che ricorda quella di un insieme di funghi (da qui il nome “Setas”).

L’opera è costituita da 6 ombrelloni alti circa 25 metri, larghi 70 e lungi 150 metri.

Nel piano inferiore troviamo un “museo arqueológico”, l’Antiquarium e nel piano superiore invece troviamo un interessante terrazza panoramica da cui è possibile ammirare parte del centro storico.

  • Biglietti e prezzo: Il biglietto per salire sul belvedere costa 3€.
  • Orari: Il Metropol Parasol è aperto tutti i giorni dalle 9:30 alle 23:00. Mentre venerdì e sabato chiude alle 23:30
  • Come arrivare: Il Metropol Parasol può essere raggiunto facilmente tramite a piedi dal centro storico. Se preferisci puoi arrivare tramite i bus 27 e 32 che si fermano in Plaza de la Encarnacion.

Museo de Bellas Artes

Museo de bellas artes a Siviglia

A pochi passi dalle Setas de Sevilla, in plaza del Museo 9, troviamo il Museo delle Belle Arti, la seconda pinacoteca più importante della Spagna.

Il Museo de Bellas Artes fu aperto per la prima volta nel 1841, occupa due piani distribuiti intorno a un enorme patio centrale. In totale le sale espositive sono 14.

Seguendo il percorso proposto dal museo, le opere sono ordinate in modo cronologico sue due piani.

Al primo piano troviamo opere che vanno dal 13esimo secolo fino al barocco.

Mentre al piano superiore incontriamo opere che vanno dal tardo barocco fino al 19esimo secolo.

  • Biglietto e accesso: il biglietto per il Museo de Bellas Artes di Siviglia costa 1,5€. C’è anche la possibilità di partecipare a un’interessante visita guidata a soli 12€. Qui trovi info sulla visita guidata.
  • Orari: dal martedì al sabato, dalle 9:00 alle 21:00. La domenica dalle 9:00 alle 15:00.
  • Come arrivare: Puoi arrivare a piedi dal centro oppure con bus 3, 6, A2, A7, per poi scendere presso Plaza de Armas. Posizione su Maps.

Serata ad Alameda de Hercules

Visitare Alameda de Hercules in 3 giorni a Siviglia

A questo punto dovrebbe essere sera. E in un itinerario di 3 giorni per vedere Siviglia non può mancare una sezione dedicata alla vita notturna.

Per il primo giorno, visto che siamo in zona, ti consiglio di dirigerti verso il quartiere Alameda de Hercules.

Si tratta di una grande piazza a poca distanza dal fiume Guadalquivir, famosa per la sua vita notturna.

Nell’Alameda troviamo infatti la più alta concentrazione di ristoranti, bar e disco bar di tutta la città.

Qui potrai cenare, bere e divertirti.

Ti segnalo a poca distanza dall’Alameda la discoteca Antique (durante l’estate si chiama Rosso)- posizione su maps.

Una delle discoteche migliori della città a livello di ambiente e bella gente.

Ti avviso, essendo un locale alla moda i buttafuori sono parecchio “selettivi” (o forse è meglio dire stronzi). Uomini non presentatevi in bermuda, mettetevi una bella camicia e scarpe da sera o mocassini.

Un’ottimo alternativa è la discoteca Utopia che si trova in Plaza de Armas (sui 5-6€ se vai con il taxi).

Il locale in questione è di ben 3 piani, con generi musicali diversi in ogni piano.

Vuoi approfondire la vita notturna di Siviglia? Leggi la mia guida completa.

Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni: Giorno 2 tra Parque Maria Luisa e Triana

Il secondo giorno di questo itinerario di 3 giorni per Siviglia, prevede la vita al maestoso Parco Maria Luisa e il pittoresco quartiere gitano di Triana.

Ecco una mappa di cosa vedremo oggi:

  • Piazza di Spagna
  • Glorieta de Bequer
  • Museo Archelogico
  • Museo de Costumbres populares
  • Monte Gurugú
  • Torre del Oro
  • Mercado de Triana e castello
  • Centro Ceramica Triana

Glorieta de Bequer

La prima tappa di oggi prevede la visita alla Glorieta de Bequer, si tratta di un monumento situato all’interno del Parque de Maria Luisa e dedicato al poeta omonimo.

È considerato l’angolo più romantico di Siviglia.

Plaza de España

Plaza de Espana

Continuando sulla avenida Isabel la Católica ti ritroverai davanti alla maestosa Plaza de España di Siviglia. L’opera più famosa del Parco di Maria Luisa.

Il progetto è frutto dell’ingegno di Aníbal González, uno degli architetti più illustri della storia sivigliana. I lavori iniziarono nel 1914, in occasione dell’Expo iberoamericana che si sarebbe tenuta nel 1929.

La piazza, una delle più grandi della Spagna, ha un diametro di ben 170 metri, ed è attraversata da un corso di acqua di 515 metri in cui è possibile fare una breve “crociera” in barca.

4 ponti attraversano il fiume artificiale, e rappresentano i 4 antichi regni spagnoli. Mentre la forma semicircolare della piazza rappresenta l’abbraccio della Spagna verso le ex colonie americane.

Curiosità: La piazza è stata scenario di due film molto popolari. Lawrence d’Arabia e Guerre Stellari Episodio II – L’attacco dei cloni.

Monte Gurugù

A qualche centinaio di metri dalla Piazza di Spagna troverai un promontorio artificiale conosciuto con il nome di Monte Gurugú.

L’opera è una montagna in miniatura, una riproduzione del vero Monte Gurugú situato a Melilla.

Si tratta di una dedica ai caduti durante la disastrosa battaglia di Annual. In cui l’esercito spagnolo fu decimato dai ribelli berberi.

Salendo sul monte grazie alle scale, è possibile avere un bel panorama sul parco.

Museo Archelogico e Museo de Costumbres populares

Nella suggestiva Plaza America, noterai 3 palazzi storici, in passato furono padiglioni dell’Expo, oggi due di questi ospitano dei musei.

Un museo archeologico: Ospita un’importante collezione di opere del periodo romano, provenienti dal sito archeologico di Italica, una città romana situata a circa 10 km da Siviglia.

Un museo dedicato alle arti e ai costumi popolari: All’interno troviamo una vasta collezione di abiti popolari e le mode che si sono susseguite nel corso dei secoli, gioielli, porcellane, manifesti, giocattoli e tanto altro.

  • Prezzo: l’ingresso è gratuito per i cittadini UE, oppure 1,5€.
  • Orari: nei mesi di luglio e agosto dal martedì alle domenica dalle 9:00 alle 15:00. Il resto dell’anno dal martedì al sabato dalle 9:00 alle 21:00, mentre domenica e festivi dalle 9:00 alle 15:00.
  • Dove si trova: Entrambi i musei si trovano in Plaza America. Posizione su Maps

Torre del Oro

Torre del Oro

Tornando indietro verso il centro storico, sul lungofiume del Guadalquivir, incontrerai prima il meraviglioso palazzo in barocco sivigliano conosciuto come Palacio de San Telmo, e poi una suggestiva torre il cui riflesso sul fiume sembra essere dorato.

Il suo nome è dovuto proprio a questo riflesso dorato che proietta sul fiume Guadalquivir (in arabo si chiamava Burj al Dhab, che vuol dire “la torre dell’oro”).

L’opera risale all’epoca araba, e la sua funzione iniziale era quella di torre difensiva per proteggere la città da attacchi attraverso il fiume.

Oggi al suo interno troviamo un interessante museo navale, se hai tempo puoi entrare, in caso contrario continua verso il lungo fiume e poi attraversa il Ponte di Triana.

  • Prezzo: 3€ adulti, 1,5€ studenti e pensionati, gratis sotto i 6 anni. L’accesso il lunedì è gratuito.
  • Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 18:45. Sabato e domenica dalle 10:30 alle 18:45.
  • Dove si trova: Si trova nel lungofiume, in Paseo Colón. Posizione su Maps

Mercado de Triana e Castillo de San Jorge

Mercado de Triana durante un itinerario di 3 giorni per Siviglia

Attraversato il ponte, sulla destra incontrerai il Mercado de Triana, un antico mercato cittadino (simile al mercado de Feria) in cui è possibile acquistare alimenti freschi, prodotti locali, o assaggiare ottime tapas.

Una curiosità particolare su questo mercato è il fatto che venne costruito sulle rovine dell’antico Castillo de San Jorge.

Un luogo dalla storia particolarmente triste. Infatti si tratta del ex quartier generale della terribile inquisizione spagnola.

Tra le sue mura vennero torturate tantissime persone.

Oggi le rovine del castello sono visitabili, e all’interno trovi un museo con diverse sale, tra cui quella delle torture, quella delle udienze e tante altre.

  • Prezzo: L’ingresso al museo è gratuito per i cittadini UE.
  • Orari mercato: dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 17:00. La domenica dalle 12:00 alle 17:00. 
  • Dove si trova: Calle san Jorge 6. Posizione su Maps.

Centro Ceramica Triana

Triana è famosa per essere il quartiere degli artisti e in particolare degli artigiani della ceramica. Hai presente gli azulejos che hai ammirato in Piazza di Spagna e negli edifici storici che hai visitato?

La maggior parte di questi proviene dal lavoro dei maestri artigiani di Triana. Da secoli la zona è conosciuta per le sue ceramiche e azulejos.

Proprio per questo motivo, a Triana sorge un interessante museo dedicato a quest’arte.

Il Centro Ceramica Triana.

Il museo si trova nelle vicinanze del Castillo de San Jorge. Al suo interno troverai forni molto antichi risalenti a più di 500 anni fa. Postazioni di lavoro, antichi strumenti per la modellatura dell’argilla e strumenti per la decorazione.

Nel piano superiore troviamo un’esposizione permanente di opere in ceramica.

  • Prezzo: 2,10 adulti, 1,60€ minori di 25 anni e over 65.
  • Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00. 
  • Dove si trova: Calle Callao 16. Posizione su Maps

I Corrales de Vecinos

Il quartiere Triana è famoso per essere il quartiere gitano di Siviglia. Per secoli, qui ha vissuto una grande comunità rom, costretta a lasciare le proprie abitudini nomadi e diventare sedentari.

Questo diede vita ai “Corrales de Vecinos”. Dei graziosi patii comuni tra le case, e in cui gli abitanti si riunivano per cucinare, lavare, mangiare e a volte persino fare festa.

Per la loro bellezza caratteristica oggi sono considerati patrimonio urbanistico della città e per questo sono diventate delle vere e proprie attrazioni.

Ti lascio una mappa con i principali corrales da visitare nel quartiere Triana:

Spettacolo di Flamenco

Serata di Flamenco durante 3 giorni a Siviglia

Il popolo gitano è strettamente legato alla storia del flamenco. Infatti furono proprio loro a dare origine a questa forma di espressione artistica.

Nei secoli, il popolo rom subì diverse ingiustizie e persecuzioni, e il flamenco nacque inizialmente come forma di espressione personale.

Era più una necessità che una forma d’arte. Un modo per sfogare la propria rabbia, frustrazione e dolore.

Solo negli ultimi 100-150 anni inizia ad assumere le sembianze di uno spettacolo, e acquista popolarità prima a livello nazionale e poi in tutto il mondo.

Se sei a Siviglia per 3 giorni, non puoi non dedicare almeno una sera al flamenco.

Dove vengono organizzati gli spettacoli?

In quelli che i sivigliani chiamano “tablao”. Dei bar/teatri in cui tradizionalmente vengono organizzate le serate di flamenco.

Ce ne sono tantissime sparpagliate per tutta la città, purtroppo molte di queste sono vere e proprie trappole per turisti.

Dove andare? Questi sono due dei migliori tablao che ho avuto modo di visitare:

  • Casa de la Memoria: Si tratta di un centro culturale, museo e teatro. Ed è uno degli spettacoli più richiesta a Siviglia. Si trova nei pressi del monumento Setas de Sevilla. Qui trovi i biglietti.
  • Baraka Sala Flamenka: È il mio spettacolo preferito, è uno dei tablao più importanti di Triana. Lo spettacolo è molto intimo, per via della vicinanza tra pubblico e artisti. Si trova nei pressi di calle Betis. Qui trovi i biglietti online.

Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni: Giorno 3 tra Macarena, La Cartuja e Arenal

Per il terzo giorno visiteremo il quartiere dedicato alla Vergine de la Macarena, poi ci dirigeremo verso il quartiere più moderno di Siviglia, La Cartuja e infine il quartiere trendy El Arenal.

Ecco cosa vedremo nel dettaglio oggi:

  • Arco de la Macarena
  • Basilica de la Macarena
  • Centro Andaluso di Arte Contemporanea
  • Plaza de Toros
  • Shopping in centro
  • Serata a Paseo Colon

Arco de la Macarena e muraglia

Arco de la Macarena a Siviglia

Una dei monumenti più interessanti del quartiere Macarena è senza dubbio la suo antico arco.

Si tratta di una porta cittadina risalente al 1100 e costruita durante il dominio arabo.

Siviglia in quel periodo era una città completamente circondata da una muraglia difensiva con diversi punti di accesso alla città. L’Arco de la Macarena era tra questi.

A pochissima distanza dall’arco potrai ammirare anche l’antica muraglia del periodo Almoravide.

Basilica de la Macarena

Basilica de la macarena

E adesso parliamo della Basilica de la Macarena, opera dedicata alla madonna più venerata in Spagna.

Il tempio religioso fu edificato nel 1941 dal celebre architetto sivigliano Aurelio Gómez Milán. Questa è formata da una navata centrale e molteplici cappelle laterali.

Una delle più interessanti è quella dedicata ai popoli sud americani, conosciuta come Altar de la Hispanidad.

Un’altro punto di interesse è la scultura dedicata alla condanna a morte di Cristo da parte di Ponzio Pilato. Opera dello scultore Felipe Morales Nieto.

  • Prezzo: gratis.
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 21:00.
  • Dove si trova: Plaza de la Esperanza Macarena. Posizione su Maps

Centro Andaluso di Arte Contemporanea

Centro Andaluso di Arte Contemporanea

A poca distanza dal quartiere de la Macarena, attraversando il Puente de la Barqueta, ti ritroverai nel modernissimo quartiere Isla de la Cartuja.

Infatti tutto il quartiere risale alla fine degli anni 80. E venne costruito da zero in vista dell’Expo del 1993. Tutt’oggi è possibile ammirare molti dei padiglioni edificati per quell’occasione.

L’opera più antica, è il Monastero de la Cartuja, da cui prende il nome il quartiere.

Oggi questo monastero ospita il CAAC, o Centro Andaluso di Arte Contemporanea.

Si tratta di un importante museo di arte moderna, che ospita opere di importanti artisti nazionali e internazionali, con mostre temporanee e permanenti.

Il museo è anche un importante centro culturale, e ospita molti eventi durante l’anno.

  • Prezzo: 3€ per il biglietto completo.
  • Orari: dal martedì al sabato dalle 11:00 alle 21:00. La domenica e nei festivi dalle 11:00 alle 15:30.
  • Dove si trova: C. Américo Vespucio, 2. Posizione su Maps.

Plaza de Toros oppure Acquario di Siviglia

Plaza de Toros a Siviglia

Siviglia è tradizionalmente una città della corrida. La sua Plaza de Toros, conosciuta anche con il nome di Real Maestranza è una delle arene più importanti della nazione nonché la più antica di tutta la Spagna.

L’opera risale al 1765, e la sua archiettura e i suoi colori, sono quelli tipici della città (somiglia un pò agli edifici di Triana e Barrio Santa Cruz).

Plaza de Toros può ospitare fino a 12000 spettatori, e da la possibilità ai turisti di visitare l’arena e il suo interessante museo taurino.

Si tratta di uno dei monumenti più visitati della città, per accedervi bisogna partecipare a un tour organizzato. Qui trovi maggiori informazioni sul tour e i biglietti.

Per chi non ha voglia di accedere a Plaza de Toros consiglio come attività alternativa l’Acquario di Siviglia.

Acquario di Siviglia

L’acquario è interessante perché ripercorre il viaggio di Ferdinando Magellano del 1519.

Al suo interno troviamo ben 400 diverse specie marine e un totale di 7000 esemplari, che rappresentano i mari, oceano e fiumi che l’esploratore ha attraversato per circumnavigare il globo.

Particolarmente interessante è l’enorme vasca degli squali, la più profonda della penisola iberica con i suoi 9 metri di altezza. La vasca è attraversata da un tunnel sottomarino, da cui è possibile ammirare gli squali. Attività super consigliata per le famiglie con bambini.

Qui trovi i biglietti online per l’acquario (bisogna prenotare con almeno 2 giorni di anticipo).

Shopping in centro

Shopping a Siviglia in un viaggio di 3 giorni

Il nostro itinerario di 3 giorni per Siviglia, non poteva non includere una sessione di shopping sfrenato. Dove andare per fare acquisti a Siviglia? E cosa comprare?

Ne ho parlato in maniera dettagliata in questo articolo. Quindi se vuoi approfondire ti consiglio di leggerlo.

Se non hai voglia, ecco alcune indicazioni e consigli.

Cosa comprare se visiti Siviglia per 3 giorni?

  • Ventagli tipici, Siviglia è conosciuta per i suoi meravigliosi ventagli ricamati a mano. Prezzo medio dai 20 ai 50€ per un prodotto di qualità. Vai in calle Sierpes per acquistarli.
  • Artigianato e ceramica. Come ho anticipato Triana è il quartiere degli artigiani. Ti consiglio di fare un salto al negozio “Ceramica Triana”. Si tratta di una boutique storica, con prodotti di vario genere (osserva la stupenda facciata!). Posizione su Maps.
  • Flamenco: Come saprai Siviglia è anche la città del flamenco. Se vuoi un souvenir molto tipico, puoi acquistare un articolo legato a queste forma d’arte. In calle Sierpes trovi tanti negozi che vendono articolo dedicati al flamenco. Ti consiglio un Mantón de Manila. Tipico scialle da flamenca ricamato a mano. I prezzi partono da 40-50€ e possono raggiungere cifre esorbitanti.
  • Jamon Iberico: Hai assaggiato l’ottimo Jamon Iberico? A Siviglia ne trovi di qualità molto alta e a prezzi abbordabili. Dove comprarlo? Nel Mercado de Triana, chiedi della Charcutería José Alfredo – Posizione su Maps.

Serata a Paseo Colon

Per concludere il terzo giorno, ti consiglio di passare la serata nel quartiere El Arenal, uno dei più antichi della città, conosciuto per la corrida, gli ottimi ristoranti e i locali alla moda.

Ecco alcuni dei migliori locali che ti consiglio:

  • Rockefeller: Pub molto popolare tra i sivigliani. Posizione su Maps
  • Monkey Piper: Ottimo locale alla moda e prediletto dai giovani, fascia d’età 20-30 anni. Posizione su Maps
  • The XiX: Il posto migliore se vuoi bere cocktail fatti davvero bene! Posizione su Maps
  • The Gintoneria: Locale per gli amanti del gin come il sottoscritto :D. Posizione su Maps

Vuoi approfondire l’argomento vita notturna a Siviglia? Leggi questo mio articolo.


Cerchi altri itinerari per Siviglia? Niente paura, ho creato altri articoli sull’argomento. Dai uno sguardo:

Lascia un commento