Alameda de Hercules: Locali, Cosa Fare e Dove Mangiare 2022

Vuoi saperne di più sul quartiere Alameda de Hercules a Siviglia?

In questo articolo trovi una guida completa al riguardo, ecco cosa scoprirai:

  • Alcuni interessanti cenni storici sull’Alameda
  • Cosa vedere nell’Alameda de Hercules
  • Ristoranti e locali ad Alameda de Hercules

Perché dovresti ascoltarmi?

Perché ho vissuto a Siviglia tra il 2016 e il 2017, oltre a questo, torno nel capoluogo andaluso almeno una volta all’anno, per mantenere il blog aggiornato.

Buona lettura!

Link utili per il tuo viaggio a Siviglia

Biglietti per le attrazioni principali:

Migliori visite guidate a Siviglia

Migliori cose da fare a Siviglia

Alameda de Hercules a Siviglia: Qualche cenno storico

Alameda de Hercules a Siviglia

L’Alameda de Hercules è una piazza storica celebre per avere una vivace vita notturna ed per essere una zona di ritrovo per giovani, artisti e studenti universitari.

L’Alameda deve il suo nome alle due colonne dedicate a Giulio Cesare e ad Ercole, che secondo la leggenda è il fondatore della città.

Ma torniamo un pò indietro nella storia.

Quando è nata questa piazza?

Molti non lo sanno ma fino al 1574 tutta questa zona era completamente ricoperta d’acqua, e faceva parte del fiume Guadalquivir.

Fu il conte di Barajas ad ordinare i lavori per la deviazione del corso di acqua.

Nel 18esimo secolo la piazza diventa il primo parco pubblico d’Europa. Prima di allora i parchi facevano parte delle tenute o dei palazzi dei nobili. La gente comune non poteva accedere a un parco.

Nel 20esimo secolo il quartiere si trasforma nel centro artistico della città. Qui si riuniscono cantanti, ballerini, toreri e personaggi collegati al flamenco.

Oggi, nonostante l’Alameda non sia più un vero e proprio parco, mantiene ancora il suo fascino bohémien e artistico. Ed è la zona con la più alta concentrazione di ristoranti, bar e disco bar di tutta Siviglia.

Come arrivare a Alameda de Hercules dal centro di Siviglia

Il modo migliore per raggiungere Alameda de Hercules dal centro storico è quello di prendere il bus C5 oppure i bus 13 o 14. Tutti e 3 effettuano una fermata nei pressi di Plaza Europa, che si trova a pochi passi da Alameda de Hercules.

Consiglio: Scarica l’app “Tussam” dal play store o dall’app store, purtroppo Google maps non è precisissimo con i mezzi pubblici di Siviglia, e l’app è molto più affidabile.

Alameda de Hercules: Dove mangiare, ristoranti e Locali

Vuoi sapere quali sono i migliori ristoranti e locali in cui passare una serata ad Alameda de Hercules? Scopriamoli insieme:

Dove mangiare ad Alameda de Hercules

  • Restaurante Arte y Sabor €: ristorante molto carino e dall’atmosfera esotica. Offre molta scelta di piatti della tradizione andalusa, e cucina fusion. Offre molta scelta anche a chi è vegetariano o vegano. I prezzi della tapas vanno dai 3€ ai 7€ – Posizione su Maps
  • Al Aljibe €€: Tapas bar molto elegante situato ad Alameda. Offre piatti andalusi, cucina mediterranea e piatti sud americani. Trovi sia tapas che piatti. Prezzi medi da 3 a 7 euro per le tapas e 7-15€ per i piatti – Posizione su Maps
  • El Disparate €€: Altro ristorante di cucina andalusa e fusion. Segnalato anche dalla guida Michelin. Se vuoi assaggiare tapas originali e dalla presentazione curata, è il posto in cui andare. Prezzi un pò più alti della media sivigliana ma comunque ottimo rapporto qualità prezzo – Posizione su Maps

Locali e dove bere ad Alameda de Hercules

  • Fun Club: Ottimo locale per gli amanti dei generi alternativi e della musica rock. Posizione su Maps
  • 1987 Bar: Il locale è un tuffo nel passato, con musica anni 70-80-90. Consigliato per i nostalgici. Posizione su Maps
  • 100 cocktelitos: Locale famoso per i suoi cubalitros (bicchieri di qualsiasi cosa da 1 lt). Ottimo per chi vuole ubriacarsi spendendo poco. Posizione su Maps

Alameda de Hercules: Cosa vedere nelle vicinanze

Alameda de Hercules

Prima di addentrarti nella vivace night life dell’Alameda vuoi fare un giro a piedi delle attrazioni vicine? Ecco una lista di cose da vedere a pochi passi dal quartiere della vita notturna.

Le colonne dell’Alameda

Le colonne in totale sono 4.

Le prime due, opera di Diego Pesquera del 16esimo secolo, sono dedicate a Giulio Cesare, particolarmente amato a Siviglia per averla riformata durante il dominio romano sulla penisola Iberica, ed Ercole, perché secondo la leggenda fu il padre fondatore della città.

Sul lato opposto della piazza troviamo altre 2 colonne, più recenti, opere di Cayetano de Acosta del 18esimo secolo.

Nella parte alta sono raffigurati due leoni, uno con lo stemma spagnolo e l’altro con lo stemma sivigliano.

Setas de Sevilla

Setas de Sevilla, vicino l'Alameda de Hercules

A meno di 10 minuti di camminata dall’Alameda de Hercules troviamo il Metropol Parasol, uno dei monumenti più recenti della città.

L’opera risalente al 2010, è conosciuta anche con il nome di Setas de Sevilla per via della sua forma che ricorda quella dei funghi (setas vuol dire proprio questo).

La struttura è realizzata in legno ed è la più grande al mondo costruita con questo materiale. È alta 25 metri, larga 70 metri e lunga 150 metri.

Nel piano superiore troviamo una terrazza da cui è possibile avere una vista panoramica sul centro storico.

Mentre nel piano inferiore troviamo il Mercado de la Encarnación e un interessante museo archeologico conosciuto come Antiquarium.

Calle Feria e Mercado

Mercado de Feria a Siviglia

A circa 300 metri dalla piazza Alameda de Hercules troviamo la calle feria, famosa per il suo mercatino “El jueves” che apre ogni giovedì mattina, oltre al mercatino la via ospita il mercato cittadino più antico della città, Mercado de Feria.

All’interno è possibile acquistare frutta, ortaggi, carne, pesce e prodotti locali (come l’ottimo jamon iberico). Oltre a fare acquisti il mercato è un ottimo posto in cui assaggiare qualche tapas.

Palacio de los Marqueses de la Algaba

Ad appena 5 minuti di camminata dall’Alameda troviamo l’edificio storico conosciuto con il nome di Palacio de los Marqueses de la Algaba.

L’edificio risale al 1474, fu costruito in stile mudejar e ospita un centro culturale e un museo dedicata proprio all’arte tardo araba.

Consiglio di visitare il museo perché molto interessante, in più è gratuito (ottimo anche per le famiglie con bambini).

Prezzo: Gratuito

Orari: Dal 1 ottobre al 21 aprile dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 20:00. Sabato dalle 10:00 alle 14:00, domenica chiuso. Dal 21 aprile al 30 settembre dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 18:00 alle 21:00. Sabato dalle 10:00 alle 14:00, domenica chiuso.

Dove si trova: In plaza Calderon de la Barca

Quartiere la Macarena

La Macarena a Siviglia

Poco a nord dalla piazza Alameda de Hercules troviamo il quartiere della Macarena. La zona prende il nome dalla celebre basilica de la Macarena, dedicata alla madonna più venerata della Spagna. La Vergine de la Macarena.

Cosa vedere in questo quartiere?

  • Arco de la Macarena: Un’antica porta cittadina risalente al 12esimo secolo, costruita dagli arabi durante il loro dominio sulla penisola iberica. L’arco era una delle porte di accesso alla città, che era completamente circondata da una muraglia. Sulla destra dell’arco è ancora visibile una sezione delle antiche mura cittadine.
  • Basilica de la Macarena: L’opera è dedicata alla madonna de la Macarena, protagonista della celebre Semana Santa di Siviglia. La basilica risale al 1941 e fu edificata dal noto architetto sivigliano Aurelio Gómez Milán. Di particolare importanza è la scultura dedicata alla condanna di Cristo da parte di Ponzio Pilato, opera dello scultore Felipe Morales Nieto.
  • Torre de los Perdigones: All’interno della torre alta 45 metri (se aperta, l’ultima volta non lo era causa covid) trovi una camera oscura da cui è possibile osservare tutto il centro storico di Siviglia.

Lascia un commento