Cosa Vedere a Cordoba in un Giorno: Itinerario Perfetto 2022

Vuoi sapere cosa vedere a Cordoba in un giorno?

Vuoi visitare Cordoba in un giorno ma non sai quali sono le attrazioni più importanti? 

In questo articolo (scritto dopo aver vissuto in Andalusia e visitato Cordoba tantissime volte per via del mio lavoro) ho deciso di condividere con te un itinerario di un giorno per Cordova REALISTICO e che include tutte le attrazioni migliori. 

Ecco cosa scoprirai leggendo l’articolo: 

  • Come arrivare a Cordoba (se non hai ancora prenotato il volo)
  • Come muoversi a Cordoba in un giorno
  • Cosa vedere a Cordoba in 1 giorno (a piedi)

Tantissime consigli, curiosità e suggerimenti per goderti al meglio la città che un tempo fu la culla dell’impero arabo nella penisola iberica. 

Buona lettura e buon viaggio!

Come arrivare a Cordoba

Cordoba ha lo stesso problema di Granada, purtroppo non dispone di un aeroporto internazionale, ma solo di uno nazionale.

Il modo migliore arrivare a Cordoba e poi raggiungere il centro è quello di prendere un volo verso Siviglia, andare alla stazione Santa Justa grazie al bus dell’aeroporto (linea EA) e poi prendere il treno diretto verso Cordoba. Il treno impiega da 1.30 a 45 minuti, e costa da 14 a 22€.

Un’altra soluzione è quella di andare in bus sempre da Siviglia a Cordoba con gli autobus Alsa. Alcuni partono anche dall’aeroporto di Siviglia ma le linee sono molto limitate. Mentre dal centro di Siviglia partono tantissimi bus.

Se invece vuoi raggiungere Cordoba da Siviglia in auto, sappi che le due città distano circa 140km prendendo l’autostrada A-4 e ti ci vorranno 1 ora e 30 minuti per raggiungere la destinazione.

Come muoversi a Cordoba

visitare cordoba in un giorno

Per visitare Cordoba in un giorno è importante prima capire come funzionano i mezzi di trasporto e di qual è il modo migliore per muoversi in città.

Partiamo dal presupposto che Cordoba è una città a misura d’uomo. Tutto il centro e il quartiere Juderia, che sono le aree di maggior interesse turistico, sono visitabili a piedi.

Tuttavia potresti avere bisogno dei mezzi per raggiungere velocemente un’area distante 15-20 minuti a piedi, oppure durante le ore più calde del giorno (Cordoba è una delle città più calde della Spagna).

Ecco i mezzi più utili per muoversi un giorno a Cordoba:

  • Bus linea 5: Collega le varie stazioni dei bus e dei treni con il centro città.
  • Bus linea 3: Collega le stazioni dei bus e dei treni con la Juderia e con il centro città. È uno dei bus più utili per un turista. Effettua persino una fermata davanti alla Grande Moschea di Cordoba.

Quanto costa un bus a Cordoba?

Il prezzo per un autobus urbano a Cordoba è di 1,30€ e il biglietto dura 1 ora.

Per gli amanti degli autobus hop on hop off, che effettuano fermate davanti a tutte le attrazioni principali, e includono un audioguida, qui puoi trovare maggiori informazioni al riguardo.

Un altro modo per muoverti velocemente e in maniera comoda a Cordoba è utilizzare il taxi. Come in tutta l’Andalusia anche in questa città i taxi sono relativamente economici, e non dovresti pagare mai oltre i 10€ per raggiungere un’attrazione.

Leggi anche: Dove dormire a Cordoba - La guida completa

Cosa vedere a Cordoba in un giorno (a piedi con itinerario)

La Mezquita, il top delle cose da vedere a Cordoba in un giorno

Il nostro itinerario di un giorno a Cordoba inizia con l’opera più importante della città.

La Mezquita de Córdoba.

Mezquita de Cordoba

L’antica moschea, che oggi è una cattedrale, con i suoi 23.400 m2 durante i suoi primi secoli fu la terza moschea più grande al mondo, dopo quella della Mecca e la Moschea Blu di Istanbul.

La Mezquita de Cordoba venne costruita sulle rovine di un’antica chiesa visigotica dedicata a San Vincenzo.

Dopo l’arrivo degli arabi nella penisola spagnola. Nel 785 iniziarono i lavori per la costruzione di quest’opera monumentale.

A livello architettonico l’opera prese spunto dai Bizantini per i mosaici e dagli Egizi per la sala a colonne e dall’acquedotto romano di Segovia gli archi sovrapposti.

L’opera fu ulteriormente ingrandita dai diversi successori del califfato fino al 988, finendo per diventare una delle moschee più grandi del tempo.

Cosa vedere nella moschea di Cordova?

  • Le 4 facciate: La facciata nord per la fontana e l’altare dedicato alla Virgen de los Faroles. La facciata sud ed est per il balcone di San Clemente e la fontana di Santa Catalina. E la faccia ovest per le sue 6 porte.
  • Patio de los Naranjos: è il cortile principale del complesso. Lungo ben 130 metri e largo 50. Deve il suo nome ai 98 alberi di arancio che vennero piantati qui nel 18esimo secolo.
  • Sala Hipósilla: è lo spazio più famoso e spettacolare della Mezquita de Cordoba. Durante il periodo arabo fu la sala delle preghiere.
  • Quibla: Venne costruita dal sultano Al-Haken II ed era un’area a lui riservata.
  • I musei: all’interno della moschea troviamo diversi musei e sale espositive e in particolare abbiamo il museo di San Vicente, dedicato ai resti dell’antica chiesa visigotica. Il tesoro della cattedrale e il museo di San Clemente.

Detto questo, vediamo quali sono le info generali per la visita.

  • Biglietti: i biglietti per la Moschea di Cordoba costano 11€, ma consiglio vivamente di partecipare a una visita guidata, in modo da conoscere a fondo la sua storia. Qui trovi la visita guidata (25€ a persona)
  • Orari: dal 1 marzo al 31 ottobre, dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 19:00. Domenica e festivi dalle 08.30 alle 11.30 e dalle 15.00 alle 19.00. Dal 1 novembre al 28 febbraio dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 18:00. Domenica e festivi dalle 08.30 alle 11.30 e dalle 15.00 alle 18:00.
  • Come arrivare: La Mezquita si trova in calle Cardenal Herrero, 1. Ed è facilmente raggiungibile a piedi dal centro, oppure con i bus 3 e 12.

Alcazar de los Reyes Cristianos

Alcazar da vedere in un giorno a Cordoba

Cosa vedere a Cordoba in un giorno?

Il secondo monumento più importante e rappresentativo di Cordova è il suo Alcazar, meglio conosciuto come Alcázar de los Reyes Cristianos.

Fu costruito nel 1328 da Alfonso XI sulle rovine dell’antico alcazar moresco del Califfato di Cordova, non a caso, una parte delle sue strutture visitabili oggi, appartiene proprio a quel periodo storico.

Nel 1500 i Re Cattolici stabilirono qui la loro residenza ufficiale in modo da guidare la riconquista dell’ultima roccaforte musulmana, Granada.

L’Alcazar de los Reyes Cristianos fu protagonista di uno dei momenti storici più importanti della penisola iberica.

Infatti tra le sue mura, i Re Cristiani e Cristoforo Colombo, si riunirono nel 1486 per discutere del suo primo viaggio verso le indie, per trovare una via alternativa a quella portoghese.

Viaggio che come saprai, ha portato poi alla storica scoperte delle Americhe.

Cosa vedere nell’Alcazar de los Reyes Cristianos di Cordova?

  • La torre del leone: è la torre più antica del palazzo e risale al periodo moresco. Interessante la terrazza sul tetto della torre.
  • La torre dell’omaggio: è la torre principale a forma ottagonale. Fu uno dei luoghi preferiti dall’inquisizione per le esecuzioni pubbliche.
  • Bagni reali: si trovano nei sotterranei del palazzo. E sono molto interessanti da visitare. Presentano diverse stanze e ognuna aveva una sua funzione.
  • Salón de los Mosaicos: è una delle aree più importanti e ospita diversi mosaici antichi, alcuni di origine romana, provenienti da Plaza de la Corredera.
  • I giardini: vennero progettati durante il 20esimo secolo su quelli che in antichità furono gli orti del palazzo. Il giardino dell’Alcazar è incredibilmente curato, con sculture, piante esotiche, piscine e fontane. Il luogo ideale in cui fermarsi per riposare e riprendere fiato prima di continuare l’itinerario di un giorno a Cordova.

Detto questo andiamo a vedere come accedere all’Alcazar, gli orari e come arrivare.

  • Prezzo e biglietti: l’accesso costa 4,5€ per il biglietto intero, 2,25€ per gli studenti e gratis per minori di 13 anni e over 65.
  • Orari: dal martedì al venerdì dalle 8:30 alle 20:15. Il sabato dalle 8:30 alle 16:30 e la domenica dalle 8:30 alle 14:30.
  • Come arrivare: Plaza Campo Santo de los Mártires. Posizione su Maps

Le scuderie reali

Un’altra delle cose da vedere a Cordoba in un giorno sono le Scuderie Reali, conosciute anche come Caballerizas Reales de Cordoba, furono un passo importante nella storia equestre spagnola.

Le scuderie nacquero nel 16esimo secolo, e il loro scopo era quello di selezionare il cavallo purosangue spagnolo, conosciuto anche come cavallo andaluso.

Nel 1567, dopo la formalizzazione degli standard che doveva avere il cavallo purosangue spagnolo tramite un decreto reale, Filippo II di Spagna decise di fondare una scuderia nei pressi dell’Alcazar.

L’incarico fu assegnato a Diego López de Haro, primo marchese di El Carpio. I cavalli che rispettarono gli standard decisi dal re, vennero marchiati con una grande C che stava per Cordoba e una R che stava per “reale”.

Purtroppo nel 1700 le scuderie vennero distrutte da un incendio e poi ricostruite.

All’interno della scuderia, oltre a visitare i vari ambienti degli stalloni e del maneggio, potrai ammirare un’importante collezione di carrozze antiche.

  • Prezzo e biglietti: l’ingresso è gratuito.
  • Orari: il lunedì e la domenica dalle 10:00 alle 13:30. Dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 19:30.
  • Come arrivare: calle Caballerizas Reales, 1. Posizione su Maps

Sinagoga della Juderia

La nostra prossima tappa si trova all’interno del quartiere Juderia cioè il quartiere ebraico di Cordoba.

Sto parlando della famosa sinagoga, una delle più antiche e importanti della Spagna.

L’opera venne costruita nel 1315 in stile mudejar, quando gli ebrei erano ancora liberi di praticare il proprio culto.

Purtroppo nel 1492 gli ebrei vennero espulsi, massacrati e alcuni convertiti al cristianesimo. Dopo quell’evento la maggior parte delle sinagoghe spagnole finirono per essere distrutte o trasformate in chiese.

Le uniche 3 che si salvarono sono questa presente a Cordova e due situate a Toledo.

Consiglio la visita sia per l’importanza storica che per gli interni che sono molto interessanti e in netto contrasto con la semplicità degli esterni. La sinagoga è molto piccola e la visita porta via pochi minuti.

Sinagoga Cordoba
  • Prezzo e biglietti: ingresso gratuito per i cittadini UE.
  • Orari: domenica e giorni festivi dalle 9:00 alle 15:00. Dal martedì al sabato dalle 9:00 alle 21:00. Chiuso il lunedì.
  • Come arrivare: calle Judìos, 20. Posizione su Maps

Casa de Safarad

La Casa de Safarad, conosciuta anche come casa della memoria, è un museo e centro culturale situato in un edificio storico del 14esimo secolo situato nel cuore del quartiere ebraico.

Il museo attraverso diversi eventi culturali organizzati durante l’anno e la sua esposizione permanente narra la storia del popolo dei Sefarditi (ebrei-spagnoli).

All’interno troviamo 5 sale espositive, gli oggetti e le opere esposte provengono da diversi luoghi, e non solo dalla Spagna. In particolare dalla Tunisia, dal Marocco, da Alessandria d’Egitto, Istanbul, Rodi e Izmir.

Il museo è molto interessante, è la visita non dovrebbe durare più di 30 minuti.

  • Prezzo e biglietti: 4€
  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 19:00. La domenica dalle 11:00 alle 18:00.
  • Come arrivare: calle Judíos. Posizione su Maps

Palazzo di Viana

Palazzo di Viana, nelle cose da vedere a Cordoba in un giorno

Una tra le più importanti cose da vedere a Cordoba in un giorno è il Palazzo di Viana situato nel centro città.

Si tratta di un edificio del 15esimo secolo, costruito sulle rovine di una domus romana e appartenuto alla potente famiglia dei Marchesi di Viana, che lo utilizzarono come residenza fino al 1980.

Il palazzo è enorme, con ben 6500 metri quadrati da esplorare.

Esso si sviluppa su due piani, nel piano inferiore troviamo le sale degli ospiti, e una parte che riguarda le scuderie. Oltre ai cortili.

Mentre nel piano superiore troviamo la residenza della famiglia Viana che oggi ospita le gallerie e l’esposizione permanente.

Nelle sale espositive troviamo opere che spaziano dalle porcellane pregiate, ai quadri, agli arazzi fiamminghi. Oltre alle sale espositive, il Palacio de Viana vanta una importantissima biblioteca con ben 6000 volumi di rilevanza storica.

Ma la vera attrazione del Palazzo di Viana sono i suoi pati cordovani. Se ne contano ben 12 e sono uno più bello dell’altro.

  • Biglietti: il biglietto è acquistabili online da questo rivenditore ufficiale.
  • Orari: dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 19:00. Venerdì e sabato dalle 9:00 alle 15:00. Domenica dalle 10:00 alle 15:00.
  • Dove si trova: Plaza de don Gome, 2. Posizione su Maps

Plaza de la Corredera

Plaza de la Corredera, in un itinerario per un giorno a Cordova

Cosa vedere a Cordoba in un giorno?

Plaza de la Corredera! La piazza più importante di Cordoba.

È l’unica nella regione che segue il modello “castigliano” di Plaza Mayor di Madrid.

La storia di questa piazza inizia tuttavia in epoca romana quando nella zona si ergeva un imponente anfiteatro romano, dove oggi sorge una piazza, ai tempi vi era l’ingresso dell’antico teatro.

Infatti durante gli scavi archeologici furono ritrovati tanti oggetti risalenti all’epoca romana, tra cui i più importanti sono dei magnifici mosaici che adesso sono conservati nel Salón de los Mosaicos dell’Alcazar de los Reyes Cristianos.

Curiosità: durante il medioevo la piazza fu scenario delle esecuzioni dell’Inquisizione spagnola e poi fu una Plaza de Toros fino al 17esimo secolo.

Posizione su Maps

Puente Romano (Ponte Romano)

Ponte Romano a Cordoba

Per più di 20 secoli il Ponte Romano fu l’unico passaggio tra una sponda e l’altra del Guadalquivir nei pressi della città di Cordova.

Il ponte venne costruito nel primo secolo a.C. su ordine di Ottaviano. Il ponte è lungo 247 metri, largo 9 ed è esclusivamente ad uso pedonale.

Il ponte, nel corso della sua storia ha subito diversi lavori, ma è riuscito comunque a mantenere buona parte della struttura originale costruita dall’Impero Romano.

Inutile dirti che è il luogo ideale per scattare qualche foto, specialmente durante il tramonto.

Posizione su Maps


Vuoi altri consigli per pianificare al meglio la tua visita a Cordoba? Niente paura, ecco altre guide che ho scritto personalmente:

Lascia un commento