Carmona Spagna: Cosa Vedere, Come Arrivare e Ristoranti 2022

Vuoi sapere cosa vedere a Carmona?

In questo articolo trovi una guida completa alla visita della città. In particolare ti spiego:

  • Cosa vedere a Carmona e le sue attrazioni più interessanti.
  • Dove mangiare a Carmona.
  • Come raggiungere Carmona da Siviglia.
  • E alcuni cenni storici su questa antica città.

Buona lettura!

Carmona Spagna: Alcuni cenni storici

Le cose da fare e da vedere a Carmona sono davvero tante. Questa città vicino Siviglia fu abitata sin da prima del arrivo dei romani. Questo per la sua posizione strategica favorevole tra Siviglia e Cordova. 

Le prime testimonianze di insediamento umano risalgono all’età del Rame. Con l’arrivo dei Cartaginesi Carmona si trasforma in una città fortezza. 

Tra l’altro proprio a Carmona si scontrarono Romani e Cartaginesi durante le guerre puniche.

Durante l’era musulmana divenne la capitale di un regno dei Birzalidi, una dinastia araba. Per tutti questi motivi, oggi Carmona ha molto da offrire, sia a livello storico-culturale che a livello paesaggistico, visto che si trova immersa nella natura, su un promontorio che domina tutta la valle circostante.

Come arrivare a Carmona da Siviglia

Per raggiungere Carmona da Siviglia ti consiglio di prendere i bus della società Casal (sito web) con la linea M-124. Ci sono circa 7 collegamenti al giorno che impiegano meno di 1 ora per raggiungere Carmona al costo di appena 2,8€.

Un altro modo per raggiungere Carmona è noleggiando un auto. In questo caso devi sapere che la città dista circa 30km e per raggiungerla ti ci vorranno non più di 40 minuti.

Cosa vedere a Carmona: 10 attrazioni migliori

Nella campagna distante appena 30 chilometri da Siviglia, Carmona presenta diversi monumenti affascinanti. Questi portano i segni delle civiltà che l’hanno attraversata e sono uno spettacolo per gli occhi. 

Alcazar de la Puerta de Sevilla

Carmona, Alcazar de la puerta de Sevilla

L’itinerario di visita a Carmona inizia ovviamente da una porta. La Puerta de Sevilla non è però una porta qualsiasi, bensì uno degli elementi rappresentativi dell’intero complesso architettonico di Carmona. 

Costruita dai Cartaginesi intorno al IX secolo a.C., la Puerta de Sevilla è ancora perfettamente conservata. 

L’Alcazar de la Puerta de Sevilla è chiamato anche Alcazar de Abajo e prende questo nome dalla sua posizione geografica. Vi sono due fortezze a Carmona, una nella parte alta della città, ossia l’Alcazar del re Don Pedro o fortezza superiore, e una situata nella parte bassa. 

Questa porta rappresenta l’ingresso principale al centro storico, racchiuso in un sistema di mura difensive e solide. 

Quella di Sevilla non è l’unica porta ancora rimasta in piedi ma questa si trova all’interno di un Alcazar, una fortezza-palazzo che i romani ampliarono e che oggi ospita il Centro di accoglienza turistica.

L’Alcazar ha subito importanti cambiamenti durante il XIV e il XV secolo e venne restaurato negli anni ’70 del Novecento.

Da qui potrai iniziare il tour di Carmona e potrai salire le scale dell’Alcazar de Carmona per ammirare la Terrazza degli Annessi, da cui potrai vedere dall’alto la parte interna della Puerta de Sevilla e il Curtain Wall.

  • Orario: dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 18:00; domenica e festivi dalle 10:00 alle 15:00;
  • Costo: 2 euro a persona, ridotto 1 euro, gratuito per i residenti e il lunedì; 
  • Dove si trova: Plaza de Blas Infante, s/n. Posizione su Maps

Alcazar del Rey Don Pedro

Situato a ovest della cinta muraria di Carmona, nel suo punto più alto, l’Alcazar del re Don Pedro è stato costruito nel XII secolo, in epoca musulmana.

La sua forma è rettangolare e a nord e a sud è difeso da un fossato. 

Si accede alla fortezza attraverso un grande arco a sesto acuto. All’interno del primo recinto dopo la porta si trova il corpo di guardia e la piazza d’armi. 

Le mura sono rafforzate da varie torri, tra le quali spicca la Torre del Homenaje. Nel XIV secolo il re Pedro I inviò gli artigiani da Siviglia a costruire le diverse torri, una porta e per decorare gli interni. 

La fortezza divenne un sontuoso palazzo che però oggi non è possibile ammirare a causa dei diversi terremoti subiti dalla città di Carmona nel Cinquecento e poi nel Settecento. 

Iglesia de San Pedro

Carmona, Spagna, Inglesia de San Pedro

La Chiesa di San Pietro si trova proprio di fronte alla Puerta de Sevilla ed è uno dei luoghi cardine da visitare a Carmona. 

Si tratta di un tempio costruito nel XV secolo sui resti della primitiva Virgen de la Antigua, che è stato successivamente ristrutturato in stile barocco. 

La navata centrale è più spaziosa fiancheggiata da due navate laterali. La cosa che attirerà subito la tua attenzione è sicuramente la cupola barocca e il suo campanile.

Quest’ultimo culmina in un Giraldillo molto simile alla banderuola della Giralda di Siviglia, da cui proviene il nome Giraldilla

Non perdere l’occasione di entrare all’interno della Chiesa di San Pietro per vedere il grande coro all’estremità della navata centrale, e la Cappella Sacramentale. 

  • Orario: dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 18:00, chiuso martedì, mercoledì e domenica; 
  • Costo: ingresso a 1 euro;
  • Dove si trova: San Pedro, 14. Posizione su Maps

Prioral de Santa Maria de la Asuncion

Carmona, Prioral de Santa Maria de la Asuncion

La chiesa di Santa Maria è il tempio religioso più importante da visitare a Carmona, e puoi entrare all’interno di questo splendido monumento gratis.

Il modello per la costruzione di questa chiesa è stato fornito dalla Cattedrale della vicina Siviglia: un tempo qui sorgeva l’antica moschea almohade che venne demolita nel 1424 per fare spazio al tempio cristiano. 

La prima fase della costruzione del tempio è ancora visibile attraverso il patio delle abluzioni, mentre il settore più antico resta il Patio degli Aranci che presenta una galleria porticata. 

La chiesa di Santa Maria è un complesso architettonico dall’estetica tardogotica andalusa la cui costruzione avvenne prima nel XV secolo e poi nel XVI quando ai lavori intervenne Diego de Riaño

Grandi dimensioni, una pianta a salone e tre navate con cappelle situate tra i contrafforti laterali. 

Tra il Patio degli Aranci e la Cappella Battesimale troverai la Torre, mentre la visita alla chiesa si completa con la collezione permanente: 150 oggetti di arte orafa, ricamo, letteratura e pittura. La chiesa di Santa Maria è assolutamente da non perdere, un luogo a dir poco maestoso che lascia il segno. 

  • Orario: dalle 10:00 alle 13:30 e dalle 17:00 alle 18:30, sabato solo mattino e domenica dalle 12:00 alle 14:00, lunedì chiuso; 
  • Costo: ingresso gratuito; 
  • Dove si trova: Plazuela del Marqués de las Torres. Posizione su Maps

Museo de la Ciudad de Carmona

A pochi passi dalla Chiesa di Santa Maria si trova il Museo di Carmona, il museo che ripercorre la storia della città. 

Ci arriverai percorrendo Calle Ramón y Cajal e poi Calle Sol. L’edificio che ospita il museo cittadino è sicuramente riconoscibile per la sua particolare bellezza: si tratta dell’antico palazzo Casa del Marqués de las Towers

Anche se non ti piacciono i musei, questo non puoi perderlo. Oltre ad essere estremamente importante, si tratta infatti di un percorso espositivo all’avanguardia che si trova all’interno di un edificio dall’architettura splendida. 

Tra le opere più notevoli troverai le tavole rosse, o terra sigillata. Sono frammenti di lastre di pietra che pavimentavano le strade principali, oppure venivano utilizzate come basi per le colonne. 

Le sale decorate, e la raccolta delle opere pittoriche di maestri come José Arpa y Perea, ti lasceranno senza fiato. 

Così come anche i mosaici e la sala del camino, dalla quale si apre un balcone sopra il portone monumentale della casa. 

  • Orario: tutti i giorni dalle 11:00 alle 19:00; 
  • Costo: 2,50 euro, ridotto a 1,50 euro; 
  • Dove si trova: C. San Ildefonso, 1. Posizione su Maps

Ayuntamiento de Carmona

Ayuntamiento de Carmona

L’edificio oggi conosciuto e utilizzato come Municipio della città era originariamente una scuola dell’Ordine dei Gesuiti, la scuola di San Teodomiro, costruita nel 1621.

Durante il regno di Carlo III, i Gesuiti furono espropriati dalle loro proprietà e l’edificio divenne un alloggio. Nel 1842, l’edificio venne restaurato e divenne la sede ufficiale del Municipio di Carmona

Il complesso monumentale si sviluppa su due livelli e intorno a un cortile centrale. Ti starai chiedendo perché vale la pena visitare il Municipio, ebbene, nel patio è presente un mosaico chiamato Quattro Stagioni datato II secolo con la rappresentazione dell’inverno personificato in una figura maschile coperta da un manto.

Potrai vedere il mosaico romano chiamato Mosaico della Medusa, mentre nella Sala delle Sedute troverai il cipo di Tulio Amelio, risalente al I secolo d.C e frammenti del mosaico di Bruma. 

  • Orario: dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 15:00; 
  • Costo: gratuito;
  • Dove si trova: c/ El Salvador, 2. Posizione su Maps

Puerta de Córdoba

Puerta de Cordoba, Carmona

Proseguendo lungo via Dolores Quintanilla, arriverai ad un’altra imponente porta, la Puerta de Córdoba. 

Questa porta è situata all’uscita della Via Augusta in direzione della città di Cordoba. La porta risale al I secolo d.C. ed è, insieme a quella di Sevilla, l’unica porta rimasta intatta delle quattro che facevano parte dell’antica cinta muraria.

Anche Puerta Cordoba aveva uno scopo difensivo e ha subito nel tempo diversi rimaneggiamenti fino a raggiungere l’attuale fisionomia.

Perché arrivare fino a Puerta Cordoba? Perché da qui potrai ammirare panorami di campagna davvero favolosi. 

Convento de Santa Clara

La conquista cristiana da parte di Ferdinando III fece sì che iniziarono a sorgere diversi conventi, tra cui il più antico è senza dubbio quello di Santa Chiara.

La comunità di monache francescane si ispira ai valori di povertà, carità e sacrificio, ma le sorelle invitano i turisti a visitare questo complesso monumentale aperto a tutti. 

I punti principali del convento sono la chiesa, con una facciata decorata con dipinti dorati e forme barocche sinuose; la torre, che spicca fin sopra il campanile della chiesa ed è un punto di osservazione molto interessante; e infine il tornio

Qui le sorelle realizzano dolci deliziosi, sidro, e molte altre prelibatezze che è possibile acquistare. 

  • Orario: dalle 11:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 19:00, martedì e mercoledì chiuso; 
  • Costo: 3 euro per gli adulti, 1,80 per i gruppi; 
  • Dove si trova: Santa Maria de Gracia, s/n. Posizione su Maps

Piazze da vedere a Carmona

Piazze a Carmona

La prima piazza che vedrai all’ingresso in città, dietro l’Alcazar de Puerta de la Sevilla, è PIazza Palenque.

Qui potrai già rifocillarti con delle tapas e una birra a La Antiqua, uno dei bar più tradizionali di Carmona, il modo perfetto per inaugurare la giornata. 

Se ti trovi a Carmona visita la Piazza San Fernando alla quale si arriva da Prim Street.

Piazza San Fernando è il centro nevralgico della città, uno dei luoghi più importanti da vedere a Carmona. 

Un tempo qui si trovava il foro romano dove si tenevano le corride. Si affacciano sulla piazza edifici in stile mudéjar, il popolare bar Goya e l’antica Audiencia, con il balcone della galleria con colonne di marmo. Sempre qui si trova il Municipio, con il Mosaico della Medusa

 Un’altra piazza cittadina da non perdere, soprattutto a mezza giornata inoltrata, è la piazza del mercato alimentare. 

La Plaza del Mercado de Abastos si trova a pochi passi da Plaza San Fernando, ed è stata progettata da  Ramón del Toro in stile neoclassico con i portici per i mercati e le bancarelle.

Anche qui potrai sederti nei bar più belli della città, assaggiare tapas e bere birra. 

Iglesia del Divino Salvador

Carmona, Spagna, Iglesia del Divino Salvador

Per terminare il tour alla scoperta della città di Carmona dovrai recarti a Plaza Cristo Rey dove potrai vedere la chiesa del Divino Salvatore. Nel 1620, la comunità gesuita di Carmona ottenne infatti l’autorizzazione a fondare un collegio e decisero di costruire questo edificio con a capo dei lavori l’architetto Pedro Romero

Questo tempio presenta una pianta a croce latina con tre grandi navate. La più grande è ricoperta da una volta a botte con lunette, mentre quelle laterali presentano volte a crociera. La cupola sul tamburo è decorata con immagini degli evangelisti e sormontata da una lanterna

  • Orario: venerdì, sabato e domenica dalle 10:00 alle 14:00; 
  • Costo: 1 euro; 
  • Dove si trova: Plaza Cristo Rey. Posizione su Maps

Dove mangiare a Carmona

A Carmona i piatti sono davvero di qualità. Le materie prime sono coltivate in queste zone e i piatti risentono di diverse derivazioni, ad esempio nei dolci si percepisce l’influenza araba.

  • El Ancla €: ristorante davvero caratteristico dove gustare la cucina tipica locale a prezzi abbordabili. El Ancia si trova in Calle Bonifacio IV e il prezzo medio di una cena è di 20 euro – Posizione su Maps
  • Restaurante Parador de Carmona €€: Questo ristorante offre piatti di qualità in una cornice spettacolare. Caratteristico e unico, il prezzo medio è di 30 euro a persona – Posizione su Maps
  • La Yedra €€€: posto nella cornice spettacolare del Parador; la Yedra è un ristorante segnalato dalla guida Michelin. Propone cucina andalusa rivista in chiave moderna. La qualità dei piatti è altissima, in media a persona si spendono 35-40€ – Posizione su Maps 

Lascia un commento